Home arrow Rassegne stampa
sabato 21 luglio 2018
 
 
Menu principale
Home
Chi siamo
Attività
Eventi
News
Pubblicazioni
Documenti
Rassegne stampa
Contatti
 

Progetti in corso
FORCREDIT
AFFORD
CORT
ATO3
LORENET
ESEC
MONSPL
Summer School SPL

 
 

L'attività istituzionale della
Fondazione per l'Ambiente
è sostenuta da





Rassegne stampa
Il Sole 24 ORE - index
Il Sole 24 ORE - index

Il Sole 24 ORE - index
  • Fca, Manley nuovo ad. «Peggiorate le condizioni di Marchionne». Elkann: «È stato un leader illuminato»
    «Sergio Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa». Le condizioni di salute del manager, sottoposto nelle scorse settimane ad un intervento chirurgico, sono molto peggiorate per «complicazioni inattese durante la convalescenza». Il responsabile di Jeep Mike Manley nominato nuovo Ceo di Fca; Camilleri a capo di Ferrari. Elkann: «Sergio ci ha insegnato a pensare diversamente. Ora rispettiamo la privacy sua e delle persone che gli sono più vicine»...

  • Mike Manley, il manager capo di Jeep che sostituirà Marchionne
    Inglese, fedelissimo di Marchionne, fino a ieri numero uno del brand Jeep, il marchio che ha guidato la crescita del gruppo Fca negli ultimi anni. Elkann: «Le transizioni che abbiamo appena annunciato, anche se dal punto di vista personale non saranno prive di dolore, ci permettono di garantire alle nostre aziende la massima continuità possibile e preservarne la cultura»...

  • Marchionne fuori da Fca, gli effetti industriali e finanziari della fine di un’era
    L’accelerazione improvvisa e violenta con l’uscita di Sergio Marchionne dagli incarichi operativi in Fca e in Ferrari ha delle ragioni e degli effetti. Sulle ragioni è per ora...

  • Chi è Louis Camilleri, il giramondo nuovo ad di Ferrari
    Louis Carey Camilleri, componente del board Ferrari, è il successore di Sergio Marchionne nella carica di amministratore delegato della casa di Maranello. Il presidente sarà John...

  • Il documento in discussione all’Onu che mette a rischio il made in Italy alimentare
    Pubblichiamo lo stralcio di un documento in discussione all’Onu in vista dell’High Level Meeting delle Nazioni Unite sulle malattie non trasmissibili in programma a fine settembre in cui si fa espresso riferimento a misure fiscali penalizzanti ed etichettature per disincentivare l’acquisto di prodotti alimentari ricchi di sale, grassi e zuccheri. Una categoria in cui potrebbero rientrare alcuni prodotti tradizionali del made in Italy. E poi pubblichiamo una lettera dell’Oms al presidente del Perù, qualche foto su come i nostri prosciutti e formaggi vengano già oggi «bollinati» all’estero e qualche dato sui possibili danni economici ad un settore che vale 137 miliardi di fatturato...

  • Migranti, scontro Open Arms-Viminale: «Ong insinuano, denunceremo chi mente»
    «Non meritano risposta le Ong che insinuano, scappano, minacciano denunce ma non svelano con trasparenza finanziatori e attività. La denuncia di Josefa? Qualcuno strumentalizza una...

  • Milan, ecco il nuovo cda. Fuori Fassone, Scaroni a.d. pro tempore
    Marco Fassone, Li Yonghong e gli altri amministratori cinesi in carica al Milan nell’ultimo anno, sono stati revocati “per giusta causa” per volontà della nuova proprietà, Elliott, che...

  • Tria fra morsa Lega-M5S e manovra correttiva (che cresce a 15 miliardi)
    Sviluppare la presenza sul territorio di filiali della Cassa sarà uno dei filoni su cui si muoverà la gestione Palermo...

  • Ilva ritorna in mezzo al guado. Senza soluzione rapida 14mila addetti diretti a rischio
    I rilievi dell’Anac sulla gara per l’aggiudicazione dell’Ilva, che ha visto prevalere la cordata Am Investco (guidata dal gruppo franco-indiano Arcelor Mittal) riportano un forte clima di incertezza e preoccupazione a Taranto. La città pugliese ospita il più grande impianto siderurgico d’Europa, con 14 mila addetti (11mila occupati effettivi) che salgono a 20mila con l’indotto. Sindacati e Confindustria locale attendono le decisioni del governo e gli sviluppi: a settembre scade la proroga di mandato dei commissari: a rischio c’è la gestione dello stabilimento e anche la prosecuzione degli investimenti ambientali. ...

  • In arrivo il milleproroghe estivo, misura eccezionale che va avanti dal 2004
    Lunedì prossimo potrebbe tenersi il consiglio dei ministri per esaminare il decreto legge cosiddetto “milleproroghe”, con il nodo aperto delle banche di credito cooperativo: il governo...


 
 Credits