Home arrow News arrow Appuntamenti e annunci arrow 2010-03-25 La Fondazione a ICREPQ’10
lunedì 15 luglio 2019
 
 
Menu principale
Home
Chi siamo
Attività
Eventi
News
Pubblicazioni
Documenti
Rassegne stampa
Contatti
 

Progetti in corso
FORCREDIT
AFFORD
CORT
ATO3
LORENET
ESEC
MONSPL
Summer School SPL

 
 
Cookies

L'attività istituzionale della
Fondazione per l'Ambiente
è sostenuta da





2010-03-25 La Fondazione a ICREPQ’10 Stampa E-mail

FA ha partecipato alla International Conference on Renewable Energies and Power Quality (ICREPQ’10), che si è tenuta a Granada dal 23 al 25 marzo 2010.
In tale occasione Franco Becchis ed Enrico Brizio hanno presentato il paper "Renewable energy plants: environmental compatibility and external costs assessment at global, regional and local scale".

Il paper è disponibile sul sito della Conferenza ICREP'10

Sintesi del paper: In Italia e in molti paesi europei la produzione di energia da biomassa è incoraggiata da forti sussidi economici e di conseguenza gli impianti a biomassa stanno avendo ampia diffusione. Ciononostante, questo tipo di impianti può comportare ingenti emissioni di PM10, NOx, ammoniaca, metano e N2O, così come emissioni indirette relative alla coltivazione, il trasporto e la produzione di fertilizzanti. Di conseguenza, la definizione della compatibilità ambientale, e delle questioni tecnologiche ed economiche che hanno a che fare con lo scenario emergente delle energie rinnovabili è di primaria importanza. Questa valutazione dovrebbe prendere in considerazione sia parametri globali che impatti ambientali su scala regionale e locale, derivanti dalle nuove emissioni inquinanti. I bilanci ambientali relativi ai nuovi impianti energetici sono di primaria importanza in aree altamente inquinate come il Nord Italia, dove i limiti della qualità dell’aria sono sistematicamente superati. Il paper analizza il rendimento energetico e ambientale dei processi di co-digestione anaerobica dei concimi e delle coltivazioni energetiche, della combustione di legname e pollina, includendo i bilanci emissivi, analizzando i diversi scenari energetici possibili, utilizzando strumenti di economia ambientale come la metodologia ExternE, un approccio rivolto alla valutazione delle esternalità associate all’inquinamento atmosferico. La più importante conclusione che si delinea è che la produzione di energia rinnovabile dalla digestione anaerobica può notevolmente aumentare le emissioni di ammoniaca e NOx e, in alcuni casi, anche le emissioni di gas a effetto serra possono essere preoccupanti, mentre l’applicazione delle migliori tecnologie disponibili (BAT) per la depurazione dei gas di scarto e per il recupero energetico permette un bilancio ambientale positivo.


Durante la Conferenza è stato presentato un altro paper  che FA ha piacere di segnalare, intitolato "Analysis of incentive systems for photovoltaic power plants in six Countries of the European Union", prodotto dal Dipartimento di Ingegneria meccanica e industriale dell'Università degli Studi di Brescia e dal Dipartimento di energetica del Politecnico di Milano.

Il paper confronta i diversi sistemi di incentivo a sostegno della produzione di energia elettrica da fotovoltaico, in vigore in sei Paesi dell’Unione Europea: Austria, Francia, Germania, Italia, Portogallo e Spagna. In particolare, per l’appropriata radiazione solare di ciascuna località, e due diverse dimensioni di impianto (una da 1 a 3 kWp, tipica delle installazioni domestiche, l’altra maggiore di 100 kWp) viene condotta un’analisi economica al fine di valutare il costo attuale dell’elettricità e il ritorno sull’investimento reso possibile dagli incentivi correnti.  


Il paper è disponibile sul sito della Conferenza ICREP'10

Nota degli autori: l’articolo fa riferimento agli incentivi in vigore nel 2009 e quindi considera i parametri di costo degli impianti (costo medio, per tipologia e taglia) all’inizio del 2009, ovvero nel periodo in cui gli incentivi sono stati definiti. La recente diminuzione dei prezzi di mercato degli impianti fotovoltaici si suppone possa portare a risultati sensibilmente diversi rispetto a quelli presentati nell’articolo, se l'analisi economica tenesse conto dei prezzi del 2010.


 
< Prec.   Succ. >
In evidenza
new! E' stato pubblicato "MobilitAria 2018. Qualità dell’aria e Politiche di mobilità nelle 14 grandi città italiane tra il 2006 e il 2016" a cura di Kyoto Club - CNR IIA. Scarica il rapporto
 
Segnaliamo due interessanti articoli sulla qualità dell'aria:
- I valori del PM10 in Piemonte nel 2017 , a cura di Mauro Grosa, pubblicato su AmbienteInforma
- L’impatto climatico della combustione di legna , Duncan Brack, pubblicato su ECOSCIENZA n.6/2017,pagg. 72-73
 
Ultimo lavoro della FA: Il rapporto tra emissioni in atmosfera e la qualità dell'aria in ambito metropolitano. Leggi l'articolo

Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano. Scarica l'Accordo di Programma

Pubblicato un numero di Ecoscienza interamente dedicato alle conseguenze sanitarie dell'inquinamento atmosferico. Leggi la rivista  

La FA propone un focus sul tema La qualità dell’aria: politiche efficaci da conoscenze appropriateLeggi l'approfondimento  

Leggi tutto...
 
Focus rapporti e studi
Livello internazionale

OECD, Stakeholder Engagement for Inclusive Water Governance >>>

World Bioenergy Association, WBA Global Bioenergy Statistics 2014 >>>

Forest Trends, Sharing the Stage: State of the Voluntary Carbon Markets 2014 >>>

IPCC, Climate Change 2014: Impacts, Adaptation, and Vulnerability >>>

Technopolis group, Screening of regulatory framework >>>

UNEP, Assessing global land use: balancing consumption with sustainable supply >>>

IEA, World Energy Outlook 2013 >>>

EurObserv'ER, Il barometro dei biocarburanti >>>

OECD, Environmental Outlook to 2050 >>>


Livello nazionale

Ecoscienza 1 /2017, Inquinamento dell'aria, analisi e strategie, i rischi per la salute >>>

ISTAT, I consumi energetici delle famiglie >>>

Commissario Straordinario per la revisione della spesa, Programma di razionalizzazione delle partecipate locali (07.08.2014) >>>

AGCM, Indagine conoscitiva sul settore del  teleriscaldamento >>>



 
 
 Credits